maurotarallo.com

Zigomi

Il rimodellamento del viso è una parte importante nel ringiovanimento del volto (vedi capitolo relativo), in quanto quest’ultimo si basa sul ripristino dei volumi che si sono persi nel corso del tempo a causa della discesa verticale dei tessuti. E’ quindi il profilo strutturale del viso che deve essere corretto, riposizionando i tessuti là dove erano originariamente. Là dove anni addietro veniva eseguito un intervento di protesi di zigomo, procedura che prevedeva un’anestesia generale o locale con sedazione profonda, con una degenza solitamente di una notte, oggi alla luce dei progressi raggiunti nel campo della Chirurgia Plastica con nuove tecniche e materiali, questo non è più necessario, a parte casi selezionati. Il Prof. Tarallo è un precursore del concetto che la valutazione di un aumento dei volumi degli zigomi deve essere visto in una luce più ampia che è quella di un ringiovanimento del volto con il ripristino dei volumi mancanti. Con questo concetto ha creato l’intervento da lui chiamato New Lift (al cui capitolo si rimanda per ulteriori informazioni), che mediante una piccolissima incisione sul margine della basetta al confine con i follicoli piliferi, consente, in anestesia locale (un intervento quindi pressoché ambulatoriale), di riposizionare in senso verticale i tessuti del terzo medio del volto, restituendo quindi volume agli zigomi. Naturalmente nel caso di pazienti che hanno zigomi congenitamente poco prominenti, le nuove tecnologie sottoforma di materiali iniettabili di ultima generazione ci saranno di ausilio. Potrà essere utilizzato acido Ialuronico crosslinkato (ad alta coesività) della durata di alcuni mesi, innesto di grasso autologo (Lipofilling) anch’esso con una durata variabile o l’Idrossiapatite (Radiesse), da anni usata in Chirurgia Plastica e Maxillo Facciale come integratore del volume osseo, a lunghissima durata. L’uso di questi materiali da infiltrazione, soprattutto in caso di utilizzo di acido Ialuronico e Idrossiapatite consente ai pazienti il ritorno alle normali attività lo stesso giorno del trattamento. Il prof. Tarallo nel corso della visita preliminare valuterà quale sia l’indicazione più opportuna per ottenere un risultato il più possibile naturale e stabile che si integri perfettamente nell’armonia del viso.

Mento

La bellezza e l’armonia del volto dipendono da diversi fattori, tra i quali il profilo strutturale assume un’importanza fondamentale; la regione mentoniera è parte integrante di questo equilibrio, basti pensare come un mento sfuggente o, al contrario, troppo pronunziato, sia evidente nell’immagine complessiva del viso. Le metodiche utilizzate ad ovviare queste problematiche possono essere chirurgiche e non. Nel caso di un mento sfuggente le possibilità saranno quelle di utilizzare una piccola protesi di ultima generazione mediante una piccola incisione eseguita all’interno della cavità buccale, al di sotto del fornice gengivale inferiore, così da rimanere completamente invisibile; attraverso questa viene inserito un “sizer”, cioè una protesi di prova  per assicurarci che la misura e la forma scelte siano quelle adeguate al caso e, una volta sicuri di ciò, inseriremo la protesi definitiva che potrà arrivare se il caso lo richiede, fino all’angolo della mandibola. L’incisione viene chiusa con dei punti riassorbibili ed un’opportuna medicazione provvederà a mantenere la protesi in situ evitando che possa spostarsi fino a guarigione ottenuta. L’intervento viene eseguito in una struttura idonea in anestesia locale con una sedazione, dopo aver effettuato esami ematochimici preoperatori ed un elettrocardiogramma; il paziente seguirà un’opportuna terapia antibiotica per alcuni giorni. Oggi con l’evoluzione dei materiali da infiltrazione di ausilio allo specialista è spesso possibile ovviare all’intervento; infatti abbiamo a disposizione acidi Ialuronici crosslinkati a lunga durata per un’aumento volumetrico e l’Idrossiapatite (Radiesse), materiale ormai da diversi anni usato dai Chirurghi Plastici e Maxillo Facciali come integratore osseo, a lunghissima durata, che può il più delle volte sostituire la protesi. Sono materiali impiegati ambulatoriamente, sicuri, con un’ottima versatilità anche in altri distretti del viso. Nel caso opposto, cioè di un mento molto pronunziato, un’intervento di mentoplastica provvederà a ristabilire i giusti profili; questo consiste sempre in un’incisione nel vestibolo buccale al di sotto del fornice gengivale, attraverso cui la parte eccedente del mento viene asportata. L’incisione verrà chiusa, anche in questo caso con una sutura riassorbibile. L’intervento viene eseguito in anestesia generale in una struttura idonea dopo aver effettuato esami ematochimici ed un elettrocardiogramma. Il ritorno alle normali attività avverrà, per entrambi gli interventi, dopo circa una settimana. Nel caso di aumento mediante materiali da infiltrazione, il giorno stesso. Il Prof. Tarallo valuterà, nel corso della visita preoperatoria mediante una profilometria, quali siano le necessità del paziente, allo scopo di eseguire una correzione che si adatti naturalmente all’insieme del volto.

Per maggiori informazioni  contattateci.

 

 

Contatti

Studio : Via Veneto 108  00187 Roma
Tel 06/4817646 - 4742578
Fax: 06/4746050
maurotarallo@hotmail.com
 

 

Links

 

true religion shorts on sale, true religion bubble jacket, red true religion jeans, true religion skirt, true religion black friday, cheap true religion shirts, true religion billy big t, true religion jeans price, true religion capris, true religion online outlet